“If you never Try, you’ll never Know” – Coldplay – Fix You

Quando ho deciso che avrei fatto della fotografia una professione, ho cercato sul web qualche informazione su quale dovessero essere i passi da compiere.

Più o meno centinaia di post di altrettanti blog e forum e siti sulla fotografia (oddio ce ne sono tantissimi!!!) recitavano tutti lo stesso mantra: ” Sei davvero sicuro di volerlo fare?”

Per quanto mi riguarda , quando prendo una decisione e sono convinta che sia quella giusta, è difficile che qualcuno mi faccia cambiare idea, ma leggere dappertutto le stesse raccomandazioni, qualche dubbio aveva iniziato a infonderlo.

Il mondo professionale della fotografia è indubbiamente saturo. Sono molte le persone che scelgono di monetizzare questo hobby e molte di queste fanno dei disastri immani proponendosi da subito in maniera sbagliata.

Il fatto è che, se avete un obiettivo, se lavorate sodo per ottenerlo e, soprattutto se i contenuti che proponete sono di qualità, non c’è saturazione che tenga e, secondo me, troverete un posticino, una nicchia, un angolo piccolo, ma confortevole in cui alloggiare.

Io ho scelto così;

Attanagliata dai dubbi e dalle paure, ho pensato a me tra molti anni e ho immaginato di tenere tra le mani la mia reflex e, guardandola con nostalgia e dopo una vita passata a fare il tecnico di laboratorio ( lavoro dignitosissimo, per carità ), mi ponessi la fatidica domanda: ” chissà come sarebbe stato se avessi provato a fare la fotografa?!” … in quel preciso istante ho preso il telefono e ho chiamato il commercialista per aprire la partita IVA.

Beh, diciamolo pure, io sono una da “meglio rimorsi che rimpianti” ed è bastato questo per convincermi a fare il primo passo verso questa professione.

Quindi, ricapitolando, passo numero uno per fare della fotografia il proprio mestiere è aprire la partita IVA.

E’ importante che lo sappiate, se non avete la pIVA, ma per i vostri lavoretti fotografici percepite un guadagno… state infrangendo la legge e vi state tirando dietro le antipatie di tutti i colleghi e io sono tra quelli convinti che non è il cosiddetto “amatore” a rovinare il mercato fotografico, ma in ogni modo se comincierete così lo farete con il piede sbagliato.

Fatto il primo passo, potrete iniziare a cercare attivamente clienti, a chiedere un compenso per le vostre prestazioni ed emettere regolare fattura… siete ufficialmente diventati imprenditori di voi stessi (yuppieeee).

Per la gestione delle pratiche burocratiche, inps, tasse, ecc,ecc,ecc… potete rivolgervi ad un commercialista o fare da soli. Se doveste scegliere questa seconda opzione, ricordate di farlo solo se siete abili nelle discipline economiche e aziendali, basta sbagliare un nonnulla per ricevere salate multe, le partite iva sono particolarmente vessate da questo punto di vista.

Io mi affido ad uno studio di Bologna e la mia commercialista è una donna fantastica di nome Cinzia ( Cinzia Martelli, via Leandro Alberti, 18, Bologna; le faccio volentieri una piccola pubblicità, nel caso siate di Bologna e aveste bisogno di una consulenza ), che oltre a tener dietro cose che per me sono incomprensibili è stata fondamentale, con i suoi consigli, nelle scelte che ho fatto.

In caso aveste già un lavoro come dipendente potete aprire la partita iva lo stesso, un tempo c’erano delle limitazioni, che attualmente sono state superate. In linea di massima, ciò non vale nel caso svolgiate un lavoro nei pubblici uffici, anche qui ci sono delle eccezioni per cui vale comunque la pena informarsi.

Bene, a questo punto non resta che farsi forza e rimboccarsi le maniche, la scala per il successo è ancora lunga e noi siamo solo al primo gradino.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...